Arte, Cultura, Sport e benessere
info@tagliacozzoturismo.it
+39-0863.614203

chiesa_annunziata_v2 (19)La chiesa dell’Annunziata sorge a lato del Municipio, di fronte ai giardini pubblici. In origine sul posto esisteva solo una chiesolina con un ospedale annesso, gestito dalla Confraternita dell’Annunziata. L’ospedale tuttavia era poco frequentato, perché la popolazione ne aveva a disposizione altri due, più efficienti. La Confraternita si rivolse cosi ai Domenicani, che il 6 dicembre 1584 presero possesso della chiesa e, trovandola piuttosto piccola e malandata, la demolirono per ricostruirla più grande e dignitosa. Come portale d’ingresso fu riutilizzato quello della perduta chiesa di S. Giovanni Battista, fondata da Roberto Orsini nel 1475 nell’aperta campagna verso Colle S. Giacomo. Sul capitello sinistro e ripetuto due volte (di fronte e di lato) lo stemma degli Orsini.

 

chiesa_annunziata_v2 (10)Il portale presenta forti analogie con quello di S. Francesco. Sul lato destro della facciata, in basso, si apre la finestrina in pietra (“ruota”) dove venivano “esposti” i neonati abbandonati. La chiesa presenta il tipico schema controriformato: navata unica coperta da volte a botte con cappelle laterali. Le pareti sono spartite da un ordine unico di lesene dorico-tuscaniche, con trabeazione (ovviamente) dorica, ma senza decorazioni nelle metope.

 

La decorazione delle cappelle fu realizzata tra la fine del ‘600 e la prima meta del ‘700. La chiesa fu interessata da altri interventi nella seconda metà dell’800, come il pavimento a mosaico con motivi geometrici del 1869 e la decorazione delle pareti in stucco dipinto. Restauri condotti intorno al 1960 hanno tuttavia eliminato tale decorazione, come pure e stato demolito l’altare maggiore e soppresso l’oratorio della Confraternita. Chiostro e convento furono edificati nel corso del XVII secolo. Con la soppressione del 1809 i Domenicani abbandonarono il convento, ne vi fecero più ritorno.

 

chiesa_annunziata_v2 (2)Il fabbricato divenne proprietà demaniale, finche (intorno al 1930) non vi furono insediati gli uffici comunali. Il chiostro e l’orto annesso passarono nelle mani di privati. Tra i dipinti meritano attenzione: sull’altare di destra del presbiterio una tela con la Vergine tra S. Tommaso d’Aquino e S. Vincenzo Ferrer (firmata e datata: Antonius Fumo F[ecit] Anno D[omi]ni 1734; Antonio Fumo fu un allievo di Francesco Solimena); sull’altare opposto una tela con S. Giuseppe, S. Barbara, la Vergine, S. Andrea Corsini, S. Domenico e S. Osvaldo (?) (firmata e datata: Spinelli In[venit] (?) Pin xit a. 1734). Ma il dipinto di qualita più alta e quello sul primo altare a sinistra dell’ingresso; raffigura S. Carlo Borromeo e S. Agostino ed in basso reca l’iscrizione: ALFIERE BERNARDINO TABACCO FECE FARE QUESTA CAPELLA / NEL ANNO DEL SIGNORE 1693 – Petrus Juanellus Pingebat. Sulla parete dietro l’altare e situato il grande quadro con l’Annunciazione, firmato e datato sulla base dell’inginocchiatoio: N.la (= Nicola) Corsibono 1891.

Maps Marker Pro Logo Errore: è necessaria una chiave di licenza valida per visualizzare le mappe correttamente!
Trova indicazioni stradaliEsporta come KML per Google Earth/Google MapsApri mappa autonoma in modalità schermo interoCreare immagine del codice QR per mappa autonoma in modalità schermo interoEsporta come GeoJSONEsporta come GeoRSS
Chiesa dell'Annunziata

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Chiesa dell\'Annunziata 42.068235, 13.253444 Chiesa dell\'Annunziata (Indicazioni stradali)
Maps Marker Pro Logo Errore: è necessaria una chiave di licenza valida per visualizzare le mappe correttamente!